Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Matrimonio e stato civile

 

Matrimonio e stato civile

MATRIMONIO

1. Informazioni generali

Per informazioni generali sulla celebrazione del matrimonio all'estero, si prega di far riferimento alla seguente pagina.

 

2. Nulla osta al matrimonio (cd. Legal Capacity)

Per sposarsi presso le autorità filippine, è necessario ottenere un apposito Nulla Osta, chiamato “Legal Capacity”. Per il rilascio del Nulla Osta al matrimonio, i nubendi (sia quelli iscritti all'AIRE, sia i non residenti) devono presentarsi previo appuntamento all’Ufficio Consolare, con i seguenti documenti:

  1. Passaporti di entrambi;
  2. (qualora il nubendo cittadino italiano risieda in Italia) - certificato di Stato libero emesso dal Comune italiano di residenza;
  3. (qualora il nubendo cittadino italiano risieda in Italia) - estratto per riassunto dell’atto di nascita con annotazioni marginali (con dicitura in calce: “valido per l’estero” e con data di rilascio non oltre sei mesi dalla presentazione);
  4. (per il nubendo filippino) certificato di nascita emesso dalla Philippine Statistic Authority (PSA), che ha compiti di Anagrafe Centrale nelle Filippine;
  5. (per il nubendo filippino) certificato CE.NO.MAR (Certificate of no marriage record), anch’esso rilasciato dalla PSA.

Per la documentazione indicata per il nubendo cittadino italiano e’ possibile avvalersi dell’autocertificazione (sottoscrivendo l’apposito formulario disponibile anche presso lo sportello), ma trattandosi di procedimento che riguarda un cambiamento di Stato Civile, prima di emettere e consegnare la certificazione di cui trattasi sara’ necessario, per l’ufficio consolare, verificare e richiedere analogo documento al relativo Comune o Rappresentanza Diplomatica competente con la conseguenza di far slittare i tempi di consegna della documentazione.

 

3. Regime patrimoniale

Prima del matrimonio, si suggerisce di decidere il regime patrimoniale, vale a dire se sposarsi in comunione o separazione dei beni. Se si opta per la seconda opzione, prima di celebrare il matrimonio occorrerà preparare un “Prenuptial Agreement/Marriage settlement”, ovvero un “Accordo pre-matrimoniale” davanti ad un notaio locale (“Notary Public”).

Sara’ poi necessario autenticare dalla “Regional Trial Court” la firma e numero licenza del Notaio che ha redatto l’atto, e apostillare l'accordo presso uno degli uffici del Department of Foreign Affairs (DFA).

Questo documento dovrà essere esibito all'ufficiale di stato civile che officierà la cerimonia, affinché possa riportare sull’atto di matrimonio la espressa indicazione della volontà dei due nubendi.

 

4. Trascrizione del matrimonio

Per poter essere validamente trascritto in Italia, l'atto di matrimonio andrà:

  1. registrato presso l'Anagrafe filippina (PSA);
  2. munito di apostille presso il DFA;
  3. tradotto in lingua italiana (ottenibile presso uffici professonali, alcuni dei quali menzionati sul nostro sito web).

A quel punto, entrambi i nubendi, o uno solo con l’autorizzazione dell’altro, potranno venire in Ambasciata per richiedere la  trascrizione del matrimonio in Italia.

NB. l'Ufficio consolare, prima di poter trascrivere l'atto, effettua delle verifiche presso le Autorità filippine. I costi di tali verifiche sono a carico degli interessati ed i tempi di attesa, che possono essere anche lunghi, dipendono esclusivamente dalle autorità filippine.

Per l'orario di apertura al pubblico della Sezione Consolare e per prenotare l'appuntamento si prega di andare a questa pagina.

xSU9758WJ8

352